Analisi micromorfologica delle facies di riempimento del fossato intermedio

È iniziata l’analisi micromorfologica dei campioni di sedimento indisturbato provenienti dalle facies di riempimento del fossato intermedio del sito archeologico di Vetricella, raccolti durante ultima campagna di scavo (2018). L’analisi delle sezioni sottili verrà effettuata tramite l’utilizzo del microscopio petrografico a luce trasmessa in dotazione al Laboratorio di Geoarcheologia presso il Dipartimento  di Scienze Fisiche, della Terra e dell’Ambiente Università degli Studi di Siena (Fig.1-2). I risultati ottenuti verranno successivamente associati alle analisi geoarcheologiche già effettuate nel corso dell’anno. Lo… Continue reading

Indagini esplorative sui fossati del sito di Vetricella

Nel corso della campagna archeologica di scavo 2018 a Vetricella sono state aperte sette trincee esplorative per indagare la natura dei fossati che circondano il sito. Agganciandosi ai risultati preliminari ottenuti dalle trincee scavate nel 2016, si è cercato di approfondire la conoscenza del fossato intermedio (il più profondo e largo dei tre), con l’apertura di ulteriori quattro trincee (Fig.1) scavate in corrispondenza dei punti cardinali (Nord, Sud, Est, Ovest).   Per incrementare la conoscenza dei riempimenti del fossato e… Continue reading

Ricostruire gli ambienti del passato: i sondaggi geognostici in Val di Pecora e in Val di Cornia

Nei mesi di luglio ed ottobre 2018, sono state condotte due campagne di carotaggi nelle pianure alluvionali dei fiumi Cornia e Pecora, con l’obiettivo di ricostruire la storia naturale di questi due territori. Attraverso un ampio spettro di procedure si ricaveranno i dati necessari ad indagare la relazione tra clima, vegetazione, cambiamenti idrogeologici e uso antropico del suolo, utili a fornire importanti interpretazioni sul complesso rapporto tra uomo-ambiente negli ultimi 3000 anni (fig.1-2).   Le carote di sedimento sono attualmente conservate… Continue reading

le analisi micromorfologiche

E’ in corso l’analisi micromorfologica dei campioni di sedimento indisturbato raccolti durante le campagne di scavo 2016/17 a Vetricella. Le sezioni sottili sono state analizzate tramite un microscopio petrografico ZEISS a luce trasmessa polarizzata ad ingrandimenti tra 1,25X e 40X, utilizzando sia luce piana polarizzata (PPL), sia luce polarizzata a nicol incrociati (XPL). In aggiunta è stata utilizzata una fonte di luce riflessa (RL) per l’analisi delle masse opache. Data la complessità stratigrafica del sedimento analizzato, si è operato per… Continue reading

Prelievo del campione micromorfologico a Vetricella

Il 21 settembre i geologi dell’Università degli Studi di Siena Dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell’Ambiente, Prof. Pierluigi Pieruccini e Dott. Davide Susini hanno prelevato da una sezione del sito di Vetricella (Scarlino, GR)  un campione micromorfologico indisturbato che verrà poi consegnato, per la preparazione delle sezioni sottili, al laboratorio  “Servizi per la geologia” di Piombino (Fig.1). Le sezioni saranno analizzate tramite microscopio petrografico per capire la natura e la composizione del sedimento prelevato.   Continue reading

Sopralluogo geo-archeologico in località Ficarella (Monterotondo Marittimo, GR)

Nel mese di Agosto il Team di nEU-Med ha eseguito un sopralluogo in località Ficarella (Monterotondo Marittimo, GR), area pianeggiante posta a breve distanza dall’insediamento medievale fortificato di Cugnano, per verificare le stratigrafie messe in luce dal cantiere per la realizzazione di un impianto geotermico (Centrale di Monterotondo 2) (Fig.1). Con l’avvio del cantiere, nell’area sono state realizzate alcune trincee esplorative finalizzate a verificare la consistenza dell’eventuale deposito archeologico; nella zona precedenti indagini topografiche e geofisiche avevano infatti attestato la… Continue reading

Indagini geomorfologiche nella Valle del Pecora

È attualmente in corso la campagna di rilevamento geomorfologico e geoarcheologico lungo la valle del fiume Pecora e del torrente Ferriere, nell’ambito del dottorato di ricerca “Geoarcheologia e paesaggi alto-medievali tra le Colline Metallifere e la Costa Tirrenica (Progetto ERC nEU-Med)”. Le indagini sono focalizzate lungo tutto il tratto vallivo da Vetricella (Scarlino) a Massa Marittima, sia con ricognizioni sul terreno sia con analisi in Remote Sensing (LIDAR, immagini multitemporali) (Fig.1). Le analisi hanno permesso di stabilire la presenza di… Continue reading

Il campionamento micromorfologico e le indagini a Vetricella e Carlappiano

La micromorfologia del suolo è un ramo delle Scienze della Terra che utilizza tecniche microscopiche per analizzare la microstruttura e la micro-natura dei componenti dei sedimenti e dei suoli. In archeologia la micromorfologia è uno strumento che fornisce importanti informazioni sia per la ricostruzione paleoambientale, sia per la ricostruzione dei processi di formazione/frequentazione del sito (entrambi legati da fattori naturali o antropici). A Vetricella (Scarlino) e Carlappiano (Piombino), le analisi micromorfologiche hanno già avuto inizio con la raccolta di campioni… Continue reading

Prima campagna Geoarcheologica ed Archeobotanica a Vetricella e Carlappiano

La campagna di scavi condotta a Vetricella (Scarlino) e Carlappiano (Piombino) è stata integrata con indagini geoarcheologiche ed archeobotaniche (Fig.1). L’obbiettivo delle indagini geoarcheologiche è stato quello di aiutare gli archeologi a definire la stratigrafia, il deposito dei sedimenti e la formazione dei suoli. Inoltre ha aiutato a definire l’influenza delle attività umane nella formazione degli strati. Questa serie di informazioni, insieme ai rilievi effettuati nelle aree circostanti, daranno un’immagine complessiva dei processi di frequentazione ed abbandono insieme al progressivo… Continue reading

Indagine geoarcheologica preliminare: la paleoidrologia del fiume Pecora nel sito di Vetricella

Analisi sedimentologiche, stratrigrafiche e geomorfologiche sono state effettuate nei dintorni del sito di Vetricella (Scarlino), in particolare lungo le sezioni aperte durante i lavoro di geoingegneria effettuato sulla riva sinistra del fiume Pecora a poche centinaia di metri a a Nord-Ovest del sito (fig.1) Il lavoro sul campo è stato effettuato in estate-autunno del 2015. Sono state studiate 4 sezioni e sono state valutate 3 unità stratigrafiche preliminari, ognuna caratterizzata da associazioni di facies distintive ed elementi architettonici rafiguranti diversi… Continue reading