Nuovi risultati dallo studio sistematico delle pergamene altomedievali

Lo studio sistematico delle pergamene altomedievali conservate nell’Archivio Storico Diocesano di Lucca ha consentito di ricostruire un’immagine complessiva degli assetti fondiari e delle strutture di potere nelle valli dei fiumi Cornia e Pecora fra VIII e X secolo. Un discreto numero di pergamene sciolte prodotte e/o conservate dal vescovato lucchese riguardano, infatti, appezzamenti di terra situati in queste aree che furono oggetto di donazione, vendita, concessione. Anzitutto le carte mettono bene in luce dei fattori strutturali. La società locale si… Continue reading

LO STUDIO DEI REPERTI CERAMICI DAL SITO DI VETRICELLA

I numerosi reperti ceramici rinvenuti nel sito della Castellina (Loc. Vetricella, Scarlino, GR) durante la campagna di scavo appena conclusa, sono adesso conservati nel laboratorio di ceramologia del DSSBC, ed in corso di studio da parte del team del progetto ERC nEU-Med Università degli Studi di Siena. Si è concluso l’inventario preliminare dei reperti, con il conteggio totale dei singoli frammenti e la loro suddivisione nelle diverse classi ceramiche secondo le parti diagnostiche riconosciute. Successivamente si provvederà alla schedatura, provvedendo… Continue reading

APPORTO DELLA DOCUMENTAZIONE 3D ALLO STUDIO DEL SITO DI VETRICELLA

Sono in corso le ultime fasi di elaborazione della documentazione tridimensionale realizzata sul sito di Vetricella (Scarlino,GR) attraverso la fotogrammetria (Fig.1). In seguito all’ elaborazione di tutti i modelli e alla loro georeferenziazione si procede all’importazione di tutti i dati all’interno di un GIS con visualizzazione 3D per realizzare un collegamento tra il dato spaziale e i contenuti alfanumerici registrati dall’archivio delle schede US. In questo modo è possibile navigare tra i vari modelli tridimensionali attraverso delle query applicate agli… Continue reading

Lo studio dei reperti antracologici rinvenuti durante lo scavo archeologico a Vetricella

In collaborazione con il Laboratorio di Storia della Vegetazione e Anatomia del Legno (Dipartimento di Scienze Agrarie, Università di Napoli Federico II), il lavoro degli archeobotanici del Team ERC nEU-Med riprende le sue attività concentrandosi sui carboni rinvenuti durante lo scavo archeologico a Vetricella (Scarlino, GR). L’analisi al microscopio permetterà di riconoscere le specie vegetali usate come combustibile e quindi di descrivere  la copertura forestale e risalire all’area di approvvigionamento del legno. Continue reading

Analisi archeometriche dei manufatti metallici dal sito di Vetricella

Un numero selezionato di manufatti metallici è stato sottoposto ad analisi archeometriche presso il Wolfson Archaeological Laboratory del UCL (University College London) Institute of Archaeology (Fig.1). Lo studio si pone come obbiettivo l’analisi delle tecniche produttive e la comprensione delle risorse impiegate tra IX e XI secolo nella produzione degli oggetti in metallo (Fig.2). Continue reading

nuove metodologie per la classificazione della ceramica

Il gruppo di studio della ceramica del Team nEU-Med e il Fab Lab, stanno progettando una nuova metodologia per la classificazione della ceramica. Tramite l’utilizzo di un laser scanner 3D  ed alcuni software sarà possibile effettuare un rilievo più accurato della ceramica proveniente dai siti archeologici oggetto di studio: un evoluzione rispetto al tradizionale rilievo a mano. Continue reading

Lo studio delle fonti scritte altomedievali: l’Archivio Storico Diocesano di Lucca

Per studiare le fonti scritte altomedievali riguardanti le aree indagate dal progetto nEU-Med è necessario recarsi in uno dei più ricchi e preziosi bacini documentari al mondo: l’Archivio Storico Diocesano di Lucca (Fig.1), inserito dal 2011 nel Registro Internazionale Memoria del Mondo dell’Unesco. L’Archivio non ha conosciuto grandi danneggiamenti o trasferimenti: ha avuto sempre sede nel palazzo episcopale lucchese. Esso conserva all’incirca 1800 documenti per il periodo anteriore al Mille e pressoché la metà delle pergamene conservate al mondo per… Continue reading

Risultati zooarcheologici preliminari a Vetricella

I risultati zooarcheologici qui presentati si riferiscono a 1200 resti faunistici individuati durante le operazioni di scavo archeologico nel sito di Vetricella e riferibili ai contesti elencati qui di seguito: US 112, 118, 181 and US 459. Tutte le ossa animali e i denti sono stati identificati sia a livello anatomico, che tassonomico. I risultati preliminari dei resti faunistici individuati nei contesti sopra menzionati mostrano che il maiale (Sus sp.) è la specie più rappresentativa del campione. La maggior parte… Continue reading

Documentazione tridimensionale per gli scavi di Vetricella e Carlappiano

Procedura di documentazione sul campo realizzata sui cantieri di scavo di Vetricella e Carlappiano all’interno del progetto nEU-Med. Individuazione dell’Unità Stratigrafica da documentare e pulizia della sua superficie e dei suoi contorni (limiti). Applicazione sul terreno di 4 marker (mire di riferimento) attorno all’US da documentare che serviranno per la georeferenziazione del modello tridimensionale. Oltre a questi 4 marker, con la stazione totale vengono misurati dei punti campione sul contorno dell’Unità stratigrafica. Questi punti costituiranno lo schema di riferimento per… Continue reading

La ricerca numismatica

Nell’ambito del progetto nEU-Med è stata ultimata la schedatura dei reperti numismatici provenienti dai due scavi archeologici di Vetricella (Scarlino) e Carlappiano (Piombino), mentre si attendono i risultati delle analisi metallografiche di alcune delle monete esaminate a Dicembre; esse consentiranno la misurazione degli isotopi specifici, presenti all’interno delle leghe usate per la coniazione delle suddette monete e, quindi, l’individuazione delle zone potenziali di estrazione dei metalli monetabili. Di estremo interesse numismatico sono i rinvenimenti monetali del sito di Vetricella che… Continue reading