Lo studio dei reperti vitrei del sito di Vetricella

Lo scavo del sito di Vetricella ha restituito 168 frammenti di reperti vitrei di notevole importanza.

Oltre ai tradizionali oggetti da mensa come coppe, bicchieri e bottiglie, sono stati rinvenuti anche un numero esiguo di ampolle e lampade, generalmente impiegati come oggetti liturgici utilizzati all’interno degli edifici ecclesiastici.

Tra gli oggetti più particolari si sono riconosciuti coppe di vetro blu con appliques bianchi e un elevato numero di calici con stelo, sia liscio che tortile (Fig.1).

Le analisi sui reperti proseguiranno con lo studio delle componenti chimiche del vetro, in collaborazione con il Dott. Bernard Gratuze IRAMAT-CEB, CNRS (Francia).

Grazie anche a questa ricerca sono emerse ulteriori considerazioni sull’estrazione sociale degli abitanti di Vetricella e sulla diversa connotazione funzionale degli ambienti. Inoltre la ricerca di confronti bibliografici dei reperti ha consentito di inserire il sito all’interno di una rete di contatti, anche commerciali, a livello Europeo.

 

(Fig.1)

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi