nEU-Med day in Maremma: un primo resoconto

Il 31 ottobre si è svolto il primo nEU-Med day in Maremma.

È stato questo un evento di grande importanza per il progetto, finalizzato  alla disseminazione al grande pubblico dei dati raccolti nei primi tre anni di ricerca. Il maltempo purtroppo non ha consentito la visita allo scavo della Vetricella prevista nel programma della giornata, ma non ha impedito lo svolgimento delle altre attività concentrate nel palazzo comunale di Scarlino, all’interno del cui territorio si svolge lo scavo chiave del progetto.

Tra queste, grande successo ed affluenza di pubblico ha riscosso l’organizzazione dei tavoli della ricerca (Fig.1), sei punti di incontro nei quali attraverso video, immagini e diverse tipologie di reperti (dalla ceramica ai carotaggi dei sedimenti naturali) i giovani ricercatori del team interdisciplinare hanno dialogato e spiegato al pubblico come si svolgono i loro studi e le diverse metodologie applicate (Fig. Galleria).

(Fig.1) Il pubblico incontra i ricercatori del team nEU-Med

GALLERIA

Contemporaneamente nei locali della Sala Consiliare si è svolto l’incontro-conferenza introdotto dal Sindaco di Scarlino, Marcello Stella, a cui hanno partecipato, i coordinatori del progetto nEU-Med, prof. Richard Hodges (Fig.2) e la prof.ssa Giovanna Bianchi (Fig.3), che hanno spiegato al numeroso pubblico presente risultati e finalità della ricerca all’interno di una prospettiva mediterranea ed europea. Gli architetti Giuseppe Bartolini e Simonetta Fiamminghi (Fig.4) hanno invece presentato i preliminari progetti di valorizzazione non solo del sito di Vetricella e del suo territorio ma anche del centro storico di Scarlino.

(Fig.2) Il prof.Richard Hodges

(Fig.3) La prof.ssa Giovanna Bianchi illustra gli obiettivi del progetto

(Fig.4) Illustrazione dei progetti di valorizzazione da parte dell’architetto Giuseppe Bartolini

 

 

 

 

 

 

 

 

La rilevanza del progetto nEU-Med nel quadro della ricerca sia dell’Università di Siena sia europea ed il forte impegno profuso dal team di ricerca per tradurre i risultati acquisiti in un progetto di futura fruizione pubblica, giustificano l’importante presenza a questa iniziativa del Magnifico Rettore dell’Università di Siena, prof. Francesco Frati (Fig.5), che nel suo intervento, ha ricordato l’importanza di coniugare la ricerca con strategie di valorizzazione del territorio, tema centrale della cosidetta ‘Terza missione’ degli enti universitari.

(Fig.5) Il Magnifico Rettore dell’Università di Siena, prof. Francesco Frati

A corollario di questi eventi, a cui hanno partecipato anche numerosi rappresentanti delle vicine amministrazioni comunali e della Parchi Val di Cornia, con il suo Presidente, è stato presentato il primo volume legato al progetto dal titolo Origins of a new economic union (7th-12th centuries). Preliminary results of the nEU-Med project: October 2015-March 2017″. Il volume in lingua italiana ed inglese, curato da Giovanna Bianchi e Richard Hodges, è scaricabile gratuitamente al seguente link:

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi